Il cento c'è

Il cento c'è

Pagine

lunedì 7 maggio 2018

Visita al museo ferroviario di Pietrarsa

Quante volte a scuola i bambini hanno cantato la canzoncina :"Ecco il treno lungo lungo che percorre la città....."
 Bene! E' arrivato il momento di vedere da vicino come è fatto un treno.





 La visita guidata al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, tenutasi venerdì 04/05/2018, è stata  un'esperienza meravigliosa per i bambini del plesso Nuovo Edificio. Trovarsi di fronte a vetture maestose che hanno fatto la storia della ferrovia italiana e poterci salire ha reso ancor più elettrizzante questo momento.








 Molto coinvolgente è stata la proiezione di due filmati: nel primo è stato spiegato ai bambini come questa zona, chiamata inizialmente PIETRA BIANCA ,sia diventata PIETRARSA con riferimento all'eruzione del Vesuvio; nel secondo i nostri piccoli hanno potuto vedere, in maniera molto semplice, come si costruisce una locomotiva.


Durante il percorso i bambini hanno ammirato una grande varietà di treni: un' antica carrozza postale (quella che portava le letterine a Babbo Natale) ...


una vettura per il trasporto dei detenuti con le varie celle ...


e la meravigliosa carrozza del treno reale il cui soffitto è intarsiato con lamine d'oro.


La particolarità geografica del Museo è la sua posizione: è situato precisamente sul confine tra Napoli e Portici... confine segnato con le immagini dei due santi protettori ,custoditi in una teca.


E per concludere la giornata... un bellissimo giro nel trenino per ammirare il meraviglioso panorama del Golfo di Napoli.





Giardinieri per caso!!!!






Sui davanzali delle finestre delle sezioni della scuola dell'infanzia del plesso Verdolino dai prossimi giorni vi saranno dei vasi con delle piante seminate dai piccoli alunni per cui sarà loro affidato, come sempre a turno, un nuovo incarico: il giardiniere!




La primavera ha offerto loro la possibilità di sperimentare un nuovo compito di realtà: partecipare attivamente alla vita di una pianta fin dal momento della semina!



Dopo aver classificato tutto il materiale per vivere quest'esperienza, in modo del tutto spontaneo, i bambini lo hanno trasformato in un prosieguo del laboratorio logico-matematico, ideando  una serie di giochi nei quali alcuni  vasi sparivano e riapparivano in base alle grandezze.






Richiamati "all'ordine del giorno" dalle insegnanti (anche se questo tipo di  divagazioni è sempre un ottimo feedback delle competenze raggiunte dagli alunni e che soprattutto per i più piccini sono sempre trasversali) si è proceduto a vedere, toccare, annusare e  versare il terreno nei vasi











 Invitati a definire l'odore del terreno,  alcuni bambini lo hanno catalogato tra le  Puzze  mentre  altri tra i Profumi  quindi questa del giardinaggio è stata un'ennesima occasione per imparare che esistono opinioni diverse e che comunque vanno rispettate!






Dall' esperienza fatta in giardino dove sono stati seminati sia dei semi  che alcune piante grasse, spiegando che in entrambi i casi bisogna attendere la formazione delle radici, indispensabili per il nutrimento delle piante, si è proceduto ad inserire altro terreno ed altra acqua.




Terminata l'esperienza in giardino  tutti nella sala di psicomotricità dove i bambini più piccoli hanno mimato il ruolo del seme e quelli più grandi quello del giardinere









infine non poteva mancare la fase della riproduzione grafica dell'esperienza vissuta: divisi in due grandi gruppi i bambini hanno dato sfogo alla loro creatività disegnando liberamente sulla grande parete di lavagna ascoltando un brano di musica classica: "Sinfonia dei giocattoli"   di  Mozart.





sabato 7 aprile 2018

Blue day: la giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo


Blue day

la giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo 


In linea con i progetti di inclusione fortemente sostenuti dal 33 Circolo Didattico di Napoli, tutti i plessi del Circolo hanno organizzato un percorso che ha previsto attività didattiche rivolte agli alunni per renderli consapevoli dell'importanza del rispetto della diversità, con particolare riferimento all'autismo.
Le insegnanti del plesso dell'infanzia "Nuovo Edificio" hanno messo in opera un progetto che si è articolato in tre giorni e che si è concluso il 6 aprile 2018 con la manifestazione finale congiunta di tutto il Circolo.
E' stato utilizzato un "mediatore didattico", l'elefantino Elmer, protagonista della omonima storia dell'autore David McKee. 




I bambini hanno ascoltato la storia di Elmer, elefante variopinto, diverso da tutti gli altri, che dopo una serie di avventure-disavventure si accorge che il suo "essere se stesso" senza voler assomigliare agli altri è al medesimo tempo fonte di gioia e ben-essere per sè e per tutti.

La storia è stata seguita dall'ascolto della canzoncina "Elmer l'elefantino variopinto".

I bambini hanno riprodotto il disegno individualmente per decorare le sezioni...





... poi hanno partecipato in gruppo alla realizzazione di cartelloni...





...per decorare la scuola.




Per la manifestazione finale, i bambini hanno preparato bandierine con cuori blu, il colore simbolo per questa giornata...



...e un grande cuore blu  tutti insieme.



Il momento conclusivo si è svolto all'aperto. In un clima festoso, i bambini sono stati accompagnati dalle insegnanti sventolando le loro bandierine... 




...poi si sono disposti in un grande girotondo...





...infine hanno fatto volare i palloncini blu, simbolo della manifestazione.



Così, con il volo dei palloncini, in un cielo che sembrava aver indossato il vestito adatto per l'occasione, si è concluso il progetto in cui i bambini hanno ancora una volta dimostrato di essere privi di sovrastrutture e di accettarsi l'un l'altro senza pregiudizi.


















venerdì 6 aprile 2018

La diversità. una grande ricchezza

                                       Io Unico come Te!!!






In occasione della settimana dedicata alla   sensibilizzazione sull' autismo, le insegnanti  della scuola dell'infanzia del plesso Verdolino hanno programmato attività manipolative, creative  e soprattutto di confronto emotivo su un argomento basilare per la formazione del sè. "Ogni essere umano, unico e irripetibile, ha il diritto di sviluppare al massimo le sue potenzialità" , e nel libro di David McKee "Elmer, l'elefantino variopinto", hanno trovato un valido spunto creativo per articolare le varie attività.



La storia  di Elmer ha fatto scaturire momenti di allegro confronto e  di interazione, infatti  i bambini hanno ritrovato un messaggio innato: nella diversità si vive, si gioca, si ride,   e si litiga anche.
I bambini si sono mostrati entusiasti e motivati  nella fase di ascolto, di dialogo ma soprattutto nella   costruzione dello sfondo delle sequenze della storia, utilizzate per la realizzazione  del "cartone animato".




Con materiale di uso quotidiano, hanno ricreato la foresta e i personaggi; con la spontaneità delle loro voci, hanno dato vita ad un piccolo grande capolavoro, che solo a sentirlo ci si emoziona.

Vederli così a loro agio nel riconoscere "naturale" ciò che l'adulto definisce "diverso", ha amplificato e arricchito il valore dell'inclusione sociale. Un'inclusione che parte da ognuno di noi perchè "unico vuol dire che nessuno è come te" 


Oggi sono tutti un pò Helmer: tutti con le magliette  colorante .....tutti unici come te!!!









martedì 27 marzo 2018

"Amore al cioccolato" laboratorio di pasticceria







I bambini della Scuola dell'Infanzia del plesso Verdolino, alla fine di una serie di attività diversificate per sezione relative alle festività pasquali, hanno condiviso un'esperienza comune: il laboratorio di pasticcceria "Amore al cioccolato".  Alla scoperta dei primi concetti scientifici attraverso i 5 sensi  i piccoli pasticceri pasticcioni hanno realizzato tanti squisiti cioccolatini da regalare a mamma e papà.



Utilizzando i 5 sensi, grandi e piccini hanno scoperto il piacere di odorare, gustare, toccare, vedere forme e colori e ascoltare notizie relative ad un cibo che piace a tutti, indipendentemente dall'età:
IL CIOCCOLATO!



TOCCA.......







Particolarmente entusiasti nell'assistere alla trasformazione del cioccolato da solido in liquido grazie al calore del fornetto, i bambini sono stati felici di utilizzare le formine per assistere ad una seconda trasformazione: il ritorno del cioccolato, dopo una sosta in frigo, allo stato solido nella nuova forma scelta da ognuno di loro!










Chissà quanti cucciolotti hanno resistito  non svelando in anticipo in famiglia la sorpresa di quest'esperienza ! La proposta fatta loro dalle insegnanti, infatti, è stata quella di portare a casa questi cioccolatini realizzati con le proprie manine e mangiarli insieme ai genitori in modo da creare un momento di SUPER COCCOLE dolci come  il CIOCCOLATO!
Un momento bello come quello condiviso in questa giornata scolastica con le maestre e i compagni di tutte le classi. Adulti e bambini, ci  si è lasciati andare ai piaceri della gola e soprattutto alla gioia della condivisione.


                                                          ASSAGGIA













ECCO I NOSTRI CIOCCOLATINI

 

Poichè la bellezza di un regalo consiste anche nell'attenzione dedicata al suo confezionamento, i bambini hanno proceduto anche in quest'ultima fase mostrando  autonomia e creatività ;-)